Sport

Fantacalcio, consigli per l’asta di riparazione

Febbraio, il calciomercato invernale della Serie A 2019/20 è archiviato, il campionato e il fantacalcio sono nel vivo: è tempo di asta di riparazione.

Le venti compagini del massimo campionato italiano di calcio hanno limato le proprie rose tra acquisti e cessioni (qui tutti i movimenti invernali), dando nuova linfa alle proprie fila per proseguire la lotta ai loro obbiettivi stagionali. Anche al fantacalcio questa è una tappa importante, con l’apertura dei mercati per puntellare le fantarose.

Per non arrivare impreparati, ecco i consigli Borderlain su come muoversi in questo fondamentale momento della stagione fantacalcistica, tra colpi da novanta – che non sono mancati in questa sessione -, sorprese, promesse e giocatori da cui stare alla larga.

Legenda: BLU – top; VERDE – consigliato; ARANCIONE – scommessa; ROSSO – sconsigliato.

ATALANTA

FORMAZIONE TIPO
Gollini
Toloi – Djimsiti – Palomino
Hateboer – De Roon – Freuler – Gosens
Gomez
Ilicic – Zapata

BELLANOVA Raoul (esterno destro) – Giovane classe 2000 proveniente dal Bordeaux, terzo nelle gerarchie sulla fascia destra dopo Hateboer e Castagne.

CALDARA Mattia (difensore centrale) – Rientra a Bergamo dopo aver racimolato solo due presenze con la maglia del Milan in due anni, sarà inizialmente un’alternativa ai centrali difensivi. Se starà bene fisicamente, potrà imporsi di nuovo come titolare della Dea (dove in due stagioni, tra 16/17 e 17/18, aveva raccolto 54 presenza e 10 gol in Serie A). Scommessa per l’asta di riparazione.

CZYBORRA Lennart (esterno sinistro) – Prospetto tedesco classe ’99 pescato in Olanda dall’Heracles Almelo, sarà un ricambio per la corsia mancina. Più utile per il futuro che per questa stagione, se giocate con le riconferme potete farci un pensierino, vista anche la buona propensione offensiva (2 gol e 3 assist questa stagione in Eredivisie).

ŠUTALO Boško (difensore centrale) – Dal NK Osijek, un 20enne croato che prende numericamente il posto di Ibañez come centrale di riserva tra le fila orobiche.

TAMÈZE Adrien (mediano) – Alternativa a centrocampo di De Roon, Freuler e Pasalic, oltre il jolly Malinovskyi, arriva dal Nizza per dare a Gasperini grinta e fisicità. Questo classe ’94 ha giocato solo 8 match nella prima parte di stagione, non riuscendo a trovare continuità in Ligue 1 e, per giunta, è molto avvezzo ai cartellini.

BOLOGNA

FORMAZIONE TIPO
Skorupski
Tomiyasu – Bani – Danilo – Denswil/Krejci
Medel/Schouten – Poli/Dominguez
Orsolini – Soriano – BARROW/Sansone
Palacio

BARROW Musa (centravanti) – Dall’Atalanta al Bologna alla ricerca di continuità, il classe ’98 gambiano potrà far rifiatare Palacio e fare da ricambio alle due ali. Con molta probabilità sarà il centravanti titolare felsineo a partire dalla prossima stagione, mentre quest’anno – dall’inizio o a partita in corso – potrà regalare qualche +3. È da tenere d’occhio, ma come 5°/6° slot con la speranza che esploda subito.

BREZA Sebastian (portiere) – Quarto portiere a disposizione di Mihajlovic, classe ’98 proveniente dal Potenza.

DOMÍNGUEZ Nicolás (centrocampista centrale) – Appena arrivato è stato inserito subito nelle rotazioni del centrocampo rossoblù, dove parte dietro Medel e Poli. Vista la sua propensione offensiva e i suoi inserimenti (5 gol e 1 assist in 14 presenze nella prima parte di stagione al Velez), a pochi crediti può essere una rivelazione dell’asta di riparazione.

BRESCIA

FORMAZIONE TIPO
Joronen
Sabelli – Cistana – Chancellor – Mateju
Bjarnason/Dessena – Tonali – Bisoli
Romulo
Torregrossa – Balotelli

BJARNASON Birkir (centrocampista centrale) – Vecchia conoscenza della Serie A, avendo militato nel Pescara e nella Sampdoria senza aver mai fatto la differenza, arriva al Brescia per infoltire la batteria di mezzali a disposizione di Corini. In carriera ha sempre avuto un’ottima propensione ai bonus (63 gol e 24 assist in carriera), tranne nelle stagioni in massima serie italiana e per questo non può che essere soltanto una scommessa low cost per leghe numerose.

SKRABB Simon (fantasista) – Duttile classe ’95 finlandese che può ricoprire più ruoli: mezzala, trequartista e seconda punta. Tra Finlandia e Svezia ha collezionato 265 presenze con 44 gol e 26 assist, ma a Brescia non sarà più di una riserva. Ambientamento permettendo, potrà essere molto più utile alle Rondinelle che al fantacalcio. Guarderemmo altrove.

CAGLIARI

FORMAZIONE TIPO
Cragno
Faragò/Cacciatore – Pisacane/Ceppitelli – Klavan – Pellegrini
Nandez – Cigarini – Rog
Nainggolan
J. Pedro – Simeone

PALOSCHI Alberto (centravanti) – Nell’ambito dello scambio di prestiti con la SPAL tra lui e Cerri, l’esperta punta approda in Sardegna per fare da attaccante di scorta in attesa del recupero di Pavoletti. Difficile trovargli un’utilità fantacalcistica, può farci un’idea chi ha Simeone in leghe molto numerose e vuole il suo sostituto.

PEREIRO Gastón (trequartista) – Mancino uruguaiano dalla buona tecnica unita a velocità e forza fisica. Arriva dal PSV Eindhoven dove in quattro stagioni e mezza ha racimolato 154 presenze, 49 gol e 21 assist. Nonostante abbia i colpi per stupire, dovrà ambientarsi a dovere in Italia: scommessa suggestiva, da non sottovalutare in sede d’asta.

FIORENTINA

FORMAZIONE TIPO
Dragowski
Milenkovic – Ger. Pezzella – Caceres
Lirola – Benassi/DUNCAN – Pulgar – Castrovilli – Dalbert
Chiesa – CUTRONE/Vlahovic

AGUDELO Kevin (centrocampista centrale) – Giovane colombiano che ha stupito nelle sue prime uscite con la maglia del Genoa, approda a Firenze per mettere a disposizione di Iachini il suo dribbling e la sua tecnica. La titolarità è poca, ma potrà essere una buona soluzione anche a partita in corso. La sua pecca, però, è la troppa irruenza, fonte di cartellini.

CUTRONE Patrick (centravanti) – Tra i pezzi pregiati dell’asta di riparazione c’è sicuramente l’ex Milan. Se cercate un rinforzo per l’attacco e Ibrahimovic non è alla vostra portata, lui è la seconda scelta giusta per l’asta di riparazione: la Fiorentina punta forte su di lui e la titolarità è assicurata, con la speranza che possa ritrovare il feeling col bonus della stagione 17/18 (18 gol e 5 assist in rossonero).

DUNCAN Alfred (centrocampista centrale) – Tanta qualità, costanza e un valido sinistro da cui possono scaturire bonus. L’ex Sassuolo dovrà vedersela con Benassi per il posto da titolare, ma Iachini l’ha voluto fortemente, ragion per cui scommetterci è una buona idea.

IGOR (difensore centrale/esterno sinistro) – Rinforzo per la retroguardia, riserva di Caceres sul centro sinistra, ma impiegabile anche come alternativa a Dalbert sulla corsia mancina. Alla lunga può trovare continuità in viola, ma in giro c’è sicuramente di meglio per la vostra difesa.

KOUAMÉ Christian (seconda punta) – Causa rottura del legamento crociato, l’ivoriano rimarrà ai box fino a maggio almeno. Un innesto per la Viola che verrà più che per l’immediato.

GENOA

FORMAZIONE TIPO
PERIN
MASIELLO/Biraschi – Romero/SOUMAORO – Criscito
Ankersen/Ghiglione – BEHRAMI – Schone – Sturaro – Pajac/Barreca
Pandev/IAGO FALQUE – Sanabria

BEHRAMI Valon (mediano) – Esperienza e leadership per il Genoa, darà un buon apporto agli equilibri difensivi di mister Nicola. La sua alta tendenza ai cartellini e quella nulla ai bonus ci fanno girare alla larga dal suo profilo in sede d’asta di riparazione.

DESTRO Mattia (centravanti) – Torna a Genova per rilanciare per l’ennesima volta la sua carriera che, dopo un inizio importante, è calata a picco negli anni. La concorrenza è tanta e ci risulta difficile credere in lui dopo aver sempre disatteso le aspettative nelle ultime stagioni Solo per cuori forti in leghe numerose.

ERIKSSON Sebastian (mediano) – Titolarità dubbia e bonus rari, il 30enne svedese proveniente dal Göteborg con un passato al Cagliari non rientra tra i profili su cui fare affidamento al fantacalcio.

IAGO FALQUE (seconda punta) – Il colpo del Grifone risponde al nome dello spagnolo: regista offensivo dalla grande tecnica, si spera che il suo sinistro torni quello letale della stagione 14/15, quando a Genova mise a referto 13 gol e 6 assist. Se lo avete già in rosa, tenetelo; se è libero, potete puntarci. La sua voglia di riscatto potrà fare la differenza.

MASIELLO Andrea (difensore centrale) – Potenziale titolare della difesa rossoblù, porta esperienza e affidabilità in una retroguardia troppo spesso traballante. Troverà sicuramente più spazio dopo le sole 7 presenze nella prima parte di stagione all’Atalanta. Si giocherà il posto col più giovane Biraschi da centrale destro, ma potrà essere impiegato anche da sinistro.

PERIN Mattia (portiere) – Nuovo titolare della porta del Grifone, il figliol prodigo ha fatto ritorno a Genova dalla Juventus togliendo il posto a Radu. Se avete bisogno di un portiere all’asta di riparazione, lui sarà sicuramente libero, ma tenete conto anche che si troverà a difendere una delle porte più battute di questa Serie A.

SOUMAORO Adama (difensore centrale) – L’ex capitano del Lille approda in rossoblù per essere un titolare, vedremo se riuscirà a convincere mister Nicola con la sua personalità ed affidabilità. Al momento comunque non ci sono certezze e, per questo, non può essere più di una scommessa da ultimi slot.

HELLAS VERONA

FORMAZIONE TIPO
Silvestri
Rrahmani – Kumbulla – Gunter
Faraoni – Amrabat – M. Veloso – Lazovic
BORINI – Pessina/Zaccagni
Verre/Di Carmine

BORINI Fabio (ala sinistra) – Il jolly offensivo, ma quotato centrocampista, proveniente dal Milan può essere la sorpresa inaspettata di questo mercato di riparazione: condizione fisica permettendo, sarà protagonista nello scacchiere scaligero potendo ricoprire tutti i ruoli dell’attacco. Un low cost il cui rendimento è garantito, con qualche bonus (come già dimostrato nella prima uscita in gialloblù).

DIMARCO Federico (esterno sinistro) – Riserva di Lazovic sulla fascia sinistra. Ha un ottimo piede con cui batte i piazzati, ma sarà difficile trovare molto spazio da vice.

EYSSERIC Valentin (trequartista) – Un buon ricambio per il reparto avanzato scaligero, ma in ottica fantacalcio massima prudenza: il francese è un giocatore discontinuo e sarà difficile trovare posto da titolare, anche considerando la vasta e valida concorrenza.

INTER

FORMAZIONE TIPO
Handanovic
Skriniar – De Vrij – Bastoni/Godin
Candreva/MOSES – Barella – Brozovic – ERIKSEN – YOUNG
L. Martinez – Lukaku

ERIKSEN Christian (mezzala offensiva/trequartista) – Tra i centrocampisti è sicuramente il più forte e desiderato di quest’asta di riparazione: il danese proveniente dal Tottenham porta presenza in zona bonus con inserimenti, tiro da fuori, calci piazzati e soprattutto assist decisivi per i compagni. Se avete da rinforzare la metà campo e avete crediti a sufficienza, Eriksen è il nome su cui puntare.

YOUNG Ashley (esterno sinistro) – L’esperto esterno inglese tutto-fascia coniuga una buona fase difensiva alla grande propositività: dai suoi piedi nasceranno pericolosi cross da +1 e tiri dalla distanza possibili +3. Nonostante l’età, la corsia mancina sarà sua e vista la quotazione da difensore può essere un ottimo innesto.

Victor MOSES (esterno destro) – Pretoriano di Conte e contendente di Candreva sulla fascia destra. A differenza di Young è quotato centrocampista ma, come lui, nonostante non sia più giovanissimo, potrà fare la differenza e trovare il suo spazio. Senza svenarsi può essere un acquisto intelligente: ha qualche bonus nelle corde.

JUVENTUS

FORMAZIONE TIPO
Szczesny
Cuadrado – Bonucci – De Ligt – Alex Sandro
Bentancur – Pjanic – Matuidi
Ramsey
Dybala/Higuain – C. Ronaldo

A parte il colpo Kulusevski in prospettiva per giugno, la Vecchia Signora non ha piazzato colpi in questa sessione di calciomercato invernale. Da segnalare ci sono il ritorno di Giorgio Chiellini, che prossimamente tornerà ad allenarsi in gruppo dopo l’infortunio e che potrebbe presto tornare titolare, e l’ormai titolarità di Rodrigo Bentancur, un perno del centrocampo bianconero che può tornare utilissimo al fantacalcio.

LAZIO

FORMAZIONE TIPO
Strakosha
L. Felipe – Acerbi – Radu
Lazzari – Milinkovic – Leiva – L. Alberto – Lulic
Correa – Immobile

Nulla da segnalare sul fronte calciomercato in casa biancoceleste: gli equilibri, le gerarchie e gli uomini a disposizione sono gli stessi di inizio anno. Un nome spesso sottovalutato può essere Felipe Caicedo, un’arma in più dell’attacco di Simone Inzaghi.

 

Prosegue nella seconda pagina, continua a leggere cliccando qui, o sul 2 qui sotto.

2 Comments

  1. Ciao! In un fanta a 8 conviene dare via Shone e Verdi, recuperando 50 crediti, per puntare su Berenguer e Borini? Considera che così ho anche più soldi per rinforzare l’attacco. Il mio cc è: MSavic, Mancosu, Ramsey, Veretut, Kuko e Djurcic. Grazie, continuate così! 😀

  2. Ciao Gianni!
    Mi sembra uno scambio eccellente, fallo senza pensarci due volte: rinforzi il tuo centrocampo (che è già ottimo per un fantacalcio in 8) e recuperi anche dei crediti per finanziarti il mercato in attacco.

    Buona asta di riparazione e buon fantacalcio. 🙂

Leave a Response

Nicola Di Giuseppe
Un’anima straniera in un corpo napoletano, sognatore a tempo pieno e artistoide a tempo parziale. Si ciba di parole e arti visive, mentre viaggia, scopre nuove culture e tifa Napoli. Ogni tanto, poi, cerca di vincere il fantacalcio.