Yesterday
Cinema

Yesterday – E se i Beatles non fossero mai esistiti?

Yesterday era stato presentato in Italia il 1° luglio al Taormina Film Festival. Il 26 settembre è finalmente arrivato nelle sale dei cinema italiani.

Un mondo senza Beatles

Il protagonista è John Malick, un cantautore inglese fallito. L’unica persona che crede in lui è la sua amica di sempre, nonché manager Ellie. Dopo l’ennesimo concerto senza audience, scoraggiato, decide di rimettere i suoi sogni nel cassetto. Una sera, mentre torna a casa con la sua bicicletta, ha un incidente, nello stesso momento in cui si verifica un blackout in tutto il mondo. Si risveglia in un mondo in cui i Beatles non sono mai esistiti. Lui è l’unico a ricordarsi le canzoni dei Fab Four. Decide così di spacciare i loro successi per suoi. Il successo è immediato, ma difficile da gestire. Mentre la sua vita sentimentale si complica, il peso di tutte le bugie diviene insopportabile.

Una piacevole ma scontata commedia romantica

Diretto da Danny Boyle (The Millionaire, Trainspotting) e scritto da Richard Curtis (Notting Hill, Quattro matrimoni e un funerale), Yesterday sulla carta si presenta come un film vincente e soprattutto originale. Riportare i Beatles al cinema attraverso una commedia e ambientarla in un mondo dove il gruppo di Liverpool non ha mai avuto successo è un’idea assolutamente innovativa. Il problema è che questa idea non viene sviluppata al meglio e il film finisce per essere una semplice commedia romantica, piacevole ma parecchio scontata. 

Il punto più problematico è sicuramente quello su cui si basa tutta la storia: non viene spiegato il motivo per cui un blackout mondiale possa aver cancellato ogni traccia fisica e non dei Beatles, né come sia possibile che solo Jack ne abbia ancora memoria. Per quanto si tratti di un dettaglio secondario, visto che si tratta comunque di una commedia e non di un film di fantascienza, rimane difficile ignorarlo.

Un cast esilarante

Il protagonista John Malick è interpretato da Himesh Patel, perfettamente adatto al ruolo, il quale prevedeva anche l’interpretazione dei brani più famosi dei Beatles. La spalla femminile, l’amica Ellie, ha il volto della sempre adorabile Lily James, ormai una veterana dei film musicali (Mamma Mia! Ci risiamo). Kate McKinnon, famosissima comica del Saturday Night Live, veste i panni di Debra, la spietata agente di Jack. Padrona dei tempi comici, la McKinnon rende il suo personaggio esilarante e terrificante allo stesso tempo. La sua è l’interpretazione più riuscita di tutto il film. Una menzione speciale spetta a Ed Sheeran in una versione alternativa di se stesso e a Robert Carlyle, il cui ruolo è meglio tacere, per non rovinare la sorpresa.

Le musiche dei Fab Four

Ovviamente, ciò che impedisce a Yesterday di essere una completa noia è la colonna sonora. Tutte le scene del film sono accompagnate dagli immortali successi dei Beatles, tutti cantati da Himesh Patel. Durante il film è impossibile trattenersi dal tenere il tempo con il piede e sussurrare i testi. Nel mondo reale, fortunatamente, tutti conoscono e si ricordano John, Paul, George e Ringo. 

Yesterday non riesce a sfruttare le sue potenzialità

Yesterday è un film che sicuramente riesce ad intrattenere il pubblico, grazie sopratutto alle musiche e a un cast che riesce a divertire. Purtroppo rimane al livello di qualsiasi commedia romantica, senza osare e senza sfruttare le sue potenzialità.

CONSIGLIATO: Sì

VOTO: 6,5/10

Sara Tocchetti

Leave a Response