consigli fantacalcio
Sport

Consigli fantacalcio 7ª giornata: chi schierare e chi evitare?

L’ottobre fantacalcistico si apre con la 7ª giornata di Serie A, giusto prima di andare a riposo con la sosta per le Nazionali. Perciò, meglio affrontare nel modo giusto questo turno schierando i giocatori migliori.

Ecco, quindi, i consigliati e gli sconsigliati di questo week-end: partita per partita, ruolo per ruolo, qualche nome per ogni squadra tra giocatori da schierare, da evitare e scommesse per il turno che inizierà alle ore 15 di sabato 5 ottobre (causa rinvio di Brescia – Sassuolo).

SPAL – Parma

Il primo anticipo di giornata vede contrapporsi le due compagini emiliane allo stadio Paolo Mazza di Ferrara.
I padroni di casa, reduci da tre sconfitte consecutive, si affidano ad Andrea Petagna, pronto a perforare con un +3 la non impeccabile difesa gialloblù: schieratelo. A centrocampo dovrebbe tornare Kurtic ed è su di lui che punteremmo. Poco da cui pescare a difesa, in particolare non fidatevi di Tomovic, ammesso che giochi, e Cionek; mentre, se voleste scommettere, Vicari può fare al caso vostro.
Tra gli ospiti, autori di un buon inizio di campionato che ha fruttato nove punti, la coppia Inglese-Gervinho è pronta a mettere in difficoltà gli avversari: tra i due, meglio l’ivoriano, che sta meglio fisicamente e potrà dare grossi grattacapi con la sua velocità alla retroguardia estense. Dejan Kulusevski non è più una novità in casa Parma, così come al fantacalcio, e bisogna dargli fiducia; Kucka è la scommessa, dopo qualche problema fisico. Bruno Alves dà sempre certezze in difesa, a differenza di Gagliolo & co. sempre un po’ pericolanti.

Verona – Sampdoria

Alle 18:00 va in scena il match del Bentegodi tra scaligeri e blucerchiati.
Per i veronesi, con sei punti all’attivo, è dal centrocampo che spunta qualche nome ghiotto: Miguel Veloso è pronto a colpire da calcio piazzato; Amrabat può essere la scelta giusta per chi cerca un buon voto. La scommessa davanti può essere Stepinski. Nella retroguardia ci fidiamo di Rrhamani ma non degli altri, Gunter su tutti.
Il Doria, ultimo a tre punti, si aggrappa a Fabio Quagliarella e, in assenza di soluzioni molto più convincenti, gli daremmo una chance nonostante il periodo negativo. In mediana, si può scommettere su Jankto e null’altro. Difesa disastrosa a dir poco, Colley non ci ispira per nulla, Murru solo per cuori impavidi.

Genoa – Milan

Il sabato della Serie A si chiude con lo scontro delle 20:45 al Ferraris di Genova tra due squadre in crisi di risultati e di idee.
Nel Grifone, la certezza è sempre Criscito, che da rigorista va sempre schierato. Schone solo come scommessa vista la scarsa forma ma col fattore punizioni dalla sua; mentre va fuori Lerager. In attacco, tra Kouamè e Pinamonti preferiamo il primo, sempre scatenato; il secondo può valere un rischio se siete senza alternative migliori, da terzo attaccante, vista la non brillantezza degli avversari.
Rossoneri che devono dimostrare di poter dare di più a questo campionato: Rafael Leao ha stupito all’ultima giornata e questa volta va schierato, lo preferiamo a Piatek (per cui vale lo stesso discorso di Pinamonti). Da ex, Suso lo rischieremmo, a differenza dell’appannatissimo Kessiè.

Fiorentina – Udinese

Il lunch match vede contrapporsi i viola e i friulani.
Da una parte ci sono i gigliati, in crescita e il cui blocco è generalmente schierabile per intero: Ribery non va assolutamente escluso, al pari di Chiesa. Castrovilli consigliato senza dubbio. In difesa il nome di German Pezzella è quello di maggior rilievo, mentre Lirola può far bene stavolta.
Dall’altra, molta più prudenza sponda bianconera. Il ritorno di De Paul intriga e va schierato; poco altro da cui pescare oltre il sempre positivo Stryger Larsen. Non ci fidiamo assolutamente, invece, di Mandragora, Sema e De Maio.

Atalanta – Lecce

Al nuovissimo Gewiss Stadium di Bergamo arriva il Lecce.
Orobici sempre uomini fantacalcio e schierabili in blocco. Oltre i sempre presenti Zapata, Gomez, Gosens e Hateboer, diamo fiducia a Malinovskyi e alla scommessa Luis Muriel. In difesa ci affidiamo a Kjaer.
Tra i pugliesi, non altrettanto affidabili come gli atalantini, puntiamo sul solito Mancosu e sulla scommessa Falco. In difesa ci ispira solo l’azzardo Calderoni. Da evitare i vari Tachtsidis, Lucioni e Petriccione.

Bologna – Lazio

Lo stadio Dall’Ara ospita i biancocelesti di Simone Inzaghi.
Prudenza nei felsinei, attesi da un match ostico: nel trio dietro la punta c’è Orsolini consigliato, Sansone solo scommessa. Medel e Poli faranno legna e poco più, guardiamo altrove. In difesa ci affidiamo al sorprendente Tomiyasu ma diffidiamo da Denswil.
Le aquile capitoline, invece, crescono di giornata in giornata: Immobile, Luis Alberto e Acerbi gli imprescindibili. Stavolta ci fidiamo di Lazzari, se gioca dal primo minuto, e di Milinkovic-Savic. Nonostante il gol all’ultima giornata, il meno schierabile è Radu, seppur non propriamente sconsigliato.

Roma – Cagliari

Nella capitale va di scena Roma – Cagliari allo stadio Olimpico.
Giallorossi ancora double-face, oltre che tormentati dalla sfortuna, c’è bisogno di dare continuità e convincere di poter fare di più. Ci affidiamo a chi dà garanzie, alias Kolarov e Dzeko. Oltre a loro, consigliamo Spinazzola e Kluivert, superstiti nell’emergenza infortuni capitolina. Smalling scommessa, potrebbe stupire.
Nei sardi c’è da pescare tra gli uomini più rapidi e Joao Pedro sicuramente risponderà a dovere. Insieme a lui, fiducia a Nandez e all’ex Radja Nainggolan. Cigarini e Rog evitabili, al pari di Cacciatore. Luca Pellegrini scommessa che può ripagare.

Torino – Napoli

Nel posticipo di domenica alle 18, Toro contro partenopei.
La partita sarà di quelle impegnative per i granata, ma Belotti risponderà presente: schieratelo. Gli altri due nomi sono Ansaldi e Izzo. Scommesse Verdi, ex della gara, e Rincon, per un buon voto. Evitabile Lyanco, così come Meitè.
Negli azzurri, che ancora non hanno convinto a pieno nonostante le ottime potenzialità, ci affidiamo ai più positivi e propositivi: Di Lorenzo, Mertens e Llorente. Fate però attenzione all’eventuale turnover e copritevi. Zielinski consigliato, Insigne scommessa (considerati i problemi derivanti dall’esclusione in Champions). Luperto è obiettivamente l’anello debole, mentre Allan sta rendendo al di sotto delle aspettative.

Inter – Juventus

A chiudere la giornata c’è il big match di San Siro tra nerazzurri e bianconeri.
La compagine di casa, attualmente capolista, è sicuramente in salute e bisogna approfittarne nonostante l’avversario: Sensi l’uomo copertina, Lautaro Martinez la scommessa offensiva. Sulle fasce può sorprendere D’Ambrosio. Trio difensivo promosso, De Vrij in primis.
Nella Vecchia Signora è impossibile privarsi di Cristiano Ronaldo, ma noi terremmo d’occhio anche Higuain (coprendosi a dovere) e Ramsey. Bonucci per la difesa, Pjanic per il centrocampo. Matuidi il meno appetibile.

Nicola Di Giuseppe

Leave a Response